Pubblicità

Cefociclin – Cefoxitina: A cosa serve? Come si usa?

Cefociclin (Cefoxitina) è un farmaco che serve per curare le seguenti malattie: Il Cefociclin indicato nel trattamento delle seguenti infezioni, quando queste siano sostenute da microorganismi sensibili: infezioni delle vie respiratorie, peritonite ed altre infezioni endoaddominali e endopelviche, endocardite, setticemia, infezioni dell’apparato genitale femminile e dell’apparato urinario, infezioni della pelle e dei tessuti molli, infezioni articolari e delle ossa.

Cefociclin: indicazioni e modo d'uso

Come per tutti i farmaci, anche per Cefociclin è molto importante rispettare e seguire i dosaggi consigliati dal medico al momento della prescrizione.

Se però non ricordate come prendere Cefociclin ed a quali dosaggi, è quanto meno necessario seguire le istruzioni presenti sul foglietto illustrativo. Vediamole insieme.

Posologia di Cefociclin: come si usa?

Adulti: 1 – 2 g ogni 8 ore per via intramuscolare. Nei casi gravi, sino a 8 – 12 g ripartiti in 3 o 4 somministrazioni per via intramuscolare od endovenosa lenta. Agli adulti con insufficienza renale, si può somministrare una dose di carico iniziale di 1 – 2 g. Dopo una dose di carico, si devono seguire le indicazioni per una posologia di mantenimento.

Posologia di mantenimento del cefociclin negli adulti con ridotta funzionalità renale:

Funzionalità renale: Insufficiente lieve:

Clearance della creatinina (ml/min): 50 – 30. Dose e frequenza 1 – 2 g ogni 8 – 12 ore.

Funzionalità renale: Insufficiente moderata:

Clearance della creatinina (ml/min): 29 – 10. Dose e frequenza 1 – 2 g ogni 12 – 24 ore

Funzionalità renale: Insufficiente grave:

Clearance della creatinina (ml/min): 9 – 5. Dose e frequenza 0,5 – 1 g ogni 12 – 24 ore

Funzionalità renale: Insufficiente conclamata:

Clearance della creatinina (ml/min): < 5. Dose e frequenza 0,5 – 1 g ogni 24 – 48 ore

Nei pazienti sottoposti ad emodialisi, la dose di carico di 1 – 2 g deve essere somministrata dopo ogni emodialisi e la dose di mantenimento deve essere somministrata come indicato nella precedente tabella.

Per l’uso endovenoso non impiegare assolutamente l’unità fiala solvente, ma sciogliere il contenuto del flaconcino in ml 10 – 20 di acqua distillata, soluzione fisiologica o glucosata rispettivamente per ogni g 1 o 2 di sostanza.

Bambini: con più di due anni 60 – 150 mg/Kg/die suddivisi in tre o quattro dosi. Nei bambini con insufficienza renale la frequenza delle dosi deve essere ridotta come indicato per gli adulti.

Sciogliere il contenuto del flaconcino introducendovi il liquido della fiala solvente, avendo cura di riscaldarla leggermente tra le mani o ponendola per alcuni istanti sotto acqua tiepida, al fine di ottenere una perfetta solubilizzazione in caso di bassa temperatura ambientale.

Il CEFOCICLIN, una volta portato in soluzione, deve essere impiegato subito. Qualora si voglia dimezzare la somministrazione, la soluzione dovrà essere conservata in frigorifero a 5 °C ed usata entro le 24 ore.

 

Ricordate in ogni caso che se utilizzate Cefociclin seguendo le istruzioni del foglietto illustrativo, sarà poi opportuno che contattiate il vostro medico e lo avvisiate del dosaggio che avete assunto, per avere conferma o ulteriori consigli!

Un’altra domanda che spesso ci poniamo prima di prendere una medicina è se è possibile assumerla in gravidanza

Tenendo presente che in gravidanza sarebbe opportuno evitare qualsiasi farmaco se non strettamente necessario e che prima di assumere qualsiasi farmaco in gravidanza va sentito il medico curante, vediamo insieme quali sono le istruzioni sulla scheda tecnica di Cefociclin per quanto riguarda la gravidanza:

Cefociclin: si può prendere in gravidanza?

Nelle donne in stato di gravidanza il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessità, sotto il diretto controllo del medico, soppesando con cura i possibili vantaggi rispetto agli eventuali rischi.

Impiego durante l’allattamento: il CEFOCICLIN viene escreto nel latte umano.

 

Cefociclin: sovradosaggio

Cosa devo fare se per sbaglio ho preso un dosaggio eccessivo di Cefociclin?

Cefoxitina è dializzabile. In caso di sovradosaggio il farmaco può essere eliminato mediante trattamento emodialitico o dialisi peritoneale.

Cefociclin: istruzioni particolari

Preparazione della sospensione: aggiungere al flacone il contenuto della fiala annessa: si ottiene una sospensione lattescente.


Per approfondire l’argomento, per avere ulteriori raccomandazioni, o per chiarire ogni dubbio, si raccomanda di leggere l’intera Scheda Tecnica del Farmaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *